Tunisia 2018/2019

Tunisia 2017/2018

La Tunisia è una Repubblica parlamentare del bacino mediterraneo, di religione islamica, con una popolazione pacifica, ospitale e molto simile a quella del Sud Italia, sia per vicinanza geografica sia per abitudini e cultura. Il clima è mediterraneo, con inverni miti e piovosi, ed estati calde e soleggiate sulla costa settentrionale, mentre è semidesertico e desertico nelle zone interne. La costa orientale a partire dal Golfo di Hamammet è poco piovosa, e procedendo verso sud lo diventa ancor meno, tanto che arriva ad essere desertica nel tratto più meridionale (dal Golfo di Gabès al confine con la Libia), però le temperature rimangono di tipo mediterraneo su tutto il tratto costiero, con massime intorno ai 16/18 gradi in inverno, e intorno ai 31/32 in estate, mentre il mare è caldo e si possono fare i bagni da maggio ad ottobre.

L’opzione più vantaggiosa per un pensionato italiano è la Tunisia, in particolare le zone di Tunisi ed Hammamet, distanti poco più di un’ora di volo aereo dall’Italia (tratta Roma-Tunisi) e/o 22 ore di nave (tratta Civitavecchia-Tunisi), che, con la Convenzione del 25/05/1981 n. 388, stipulata con l’Italia, ha eliminato la doppia imposizione fiscale, mentre la “legge finanziaria tunisina n. 85 del 25 dicembre 2006” ha stabilito una tassazione estremamente vantaggiosa per i pensionati stranieri residenti in Tunisia. L’unico obbligo è costituito dal dover risiedere sul suolo tunisino per la maggioranza dell’anno solare, 183 giorni negli anni normali (6 mesi e 3 giorni), mentre 184 giorni (6 mesi e 4 giorni) negli anni bisestili, anche in maniera non continuativa. Inoltre, è’ importante sapere che dopo il mese di giugno non si avrebbe assolutamente il tempo di soggiornare in Tunisia per il periodo necessario alla detassazione. Il periodo ideale, per fini di trasferimento della pensione, è quindi da gennaio a giugno, per approfittare della detassazione dell’anno in corso, o da ottobre a dicembre per iniziare il trasferimento della pensione dal gennaio dell’anno successivo.

L’Associazione “FELICI IN PENSIONE” offre ai propri iscritti una assistenza completa, sia in Italia sia in Tunisia, attraverso i nostri collaboratori italiani e partner locali (che parlano italiano, inglese, francese ed arabo), durante tutto l’iter operativo.

MEF Dip.to Delle Finanze “Convenzioni per evitare la doppia imposizione”.

Commenti chiusi